CONCORSONE REGIONE CAMPANIA

Opportunità di Lavoro.

Oggi sconfiniamo segnalandovi un importante concorsone indetto dalla Regione Campania che porterà all’inserimento di 2175 unità tra diplomati e laureati in diversi enti regionali e per diverse figure professionali.

I bandi sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale– Concorsi ed esami n. 54 del 9 luglio 2019.

I 2.175 posti da assegnare sono così distribuiti:

  • 950 unità di personale da inquadrare nella categoria D, diversi profili (bando consultabile al link https://bit.ly/2JxdBwO)

  • 1.225 unità di personale da inquadrare nella categoria C, diversi profili (bando consultabile al link https://bit.ly/2xOrC2u)

Nello specifico le 950 unità da inserire nella categoria D attraverso concorso devono possedere un titolo di laurea nelle classi indicate con riferimento a ciascun profilo tra questi indicati o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente:

  • A. per il profilo di “Funzionario risorse finanziarie / funzionario pianificazione e controllo di gestione/ funzionario specialista contabile”,Laurea (L) appartenente alle seguenti classi:

L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale

L-33 Scienze economiche ovvero Diploma di laurea (DL) in: Economia e commercio; Economia aziendale; Economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali; Economia e gestione dei servizi; Economia politica; Scienze economiche, statistiche e sociali; Economia delle istituzioni e dei mercati finanziari; Economia e finanza.

  • B. per il profilo di “Funzionario amministrativo e legislativo/funzionario amministrativo” Laurea (L) appartenente alle seguenti classi:

L-14 scienze dei servizi giuridici

L-36 scienze politiche e delle relazioni internazionali

L-33 Scienze economiche ovvero Diploma di laurea (DL) in: Giurisprudenza, Scienze politiche, Economia e commercio.

  • C. per il profilo di “Funzionario tecnico/funzionario specialista tecnico” Laurea (L) appartenente alle seguenti classi:

L-7 ingegneria civile e ambientale

L-17 scienze dell’architettura

L-21 scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale ovvero Diploma di laurea (DL) in: Ingegneria civile; Ingegneria edile; Architettura; Ingegneria edile-architettura; Ingegneria per l’ambiente e il territorio; Pianificazione territoriale e urbanistica; Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale; Urbanistica.

  • D. per il profilo di “Funzionario di sistemi informativi e tecnologici/funzionario informatico” Laurea (L) appartenenti alle seguenti classi:

L-8 ingegneria dell’informazione

L-31 scienze e tecnologie informatiche ovvero Diploma di laurea (DL) in: ingegneria informatica; ingegneria elettronica; ingegneria delle telecomunicazioni; informatica; scienze dell’informazione.

  • E.per il profilo di “Funzionario comunicazione e informazione” Laurea (L) appartenente alle seguenti classi:

L-14 scienze dei servizi giuridici

L-33 Scienze economiche

L-10 Lettere

L-5 Filosofia

L-20 Scienze della comunicazione

L- 40 Sociologia

L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali

L-16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione ovvero Diploma di laurea (DL) in: Giurisprudenza; Economia e commercio; Lettere; Filosofia; Scienze della comunicazione; Sociologia; Scienze politiche; Relazioni pubbliche.

  • F.per il profilo di “Funzionario di policy regionali/funzionario-specialista in attività culturali” (codice CUD/CAM): Laurea (L) appartenente alle seguenti classi:

L-10 Lettere;

L-5 Filosofia;

L-1 Beni culturali;

L-3 Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda;

L-43 tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali;

L- 40 Sociologia;

L-15 scienze del turismo;

L-24 Scienze e tecniche psicologiche ovvero Diploma di laurea (DL) in: Lettere; Filosofia; Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo; Conservazione dei beni culturali; Sociologia; Economia del turismo; Psicologia

  • G. per il profilo di “Funzionario specialista socio-assistenziale” (codice SAD/CAM): iscrizione all’Albo Professionale degli Assistenti Sociali ai sensi della legge 23 marzo 1993, n. 84.

Nello specifico, invece, le 1225 unità da inserire nella categoria C attraverso concorso devono possedere un diploma di istruzione secondaria di secondo grado con riferimento a ciascun profilo tra questi indicati:

  • Istruttore risorse finanziarie/istruttore contabile: diploma di istruzione secondaria di secondo grado di:

ragioniere

perito commerciale

perito aziendale

analista contabile

operatore commerciale, che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria;

  • Istruttore amministrativo: diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria;

  • Istruttore tecnico: diploma di istruzione secondaria di secondo grado di:

geometra

perito edile

perito chimico

perito agrario

diploma di maturità rilasciato da Istituto tecnico industriale o da Istituto professionale per l’industria e l’artigianato, che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria.

  • Istruttore sistemi informativi e tecnologie/istruttore informatico: diploma di istruzione secondaria di secondo grado di:

ragioniere programmatore

perito informatico

altro diploma equivalente a indirizzo informatico che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria;

  • Istruttore comunicazione e informazione: diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria.

  • Istruttore Policy regionale/Istruttore culturale: diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria.

  • Istruttore socio-assistenziale: diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria.

I requisiti generici richiesti per l’accesso al concorso sono quelli tipici:

  • Cittadinanza italiana o cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea; ai sensi dell’art. 38 D.Lgs. 165/01 e s.m.i, possono partecipare: i cittadini italiani o i cittadini di uno degli Stati Membri dell’Unione Europea e i loro famigliari non aventi la cittadinanza di uno stato membro, che siano titolari del diritto di soggiorno oppure i cittadini di paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello stato di protezione sussidiaria (ai candidati non italiani è in ogni caso richiesta un’adeguata conoscenza della lingua italiana);
  • Etànon inferiore a 18 anni;
  • Idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del posto da ricoprire. L’Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di controllo il vincitore del concorso, in base alla normativa vigente;
  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • Non possono accedere agli impieghi gli esclusi dall’elettorato politico attivo e i destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, per persistente insufficiente rendimento, o dichiarati decaduti da un impiego statale;
  • Non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto d’impiego con la Pubblica Amministrazione;
  • Non aver subito condanne penali, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel capo I del titolo II del libro secondo del codice penale, ai sensi dell’art. 35 bis D.Lgs. 165/01;
  • Posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985, ai sensi dell’art. 1 Legge 23.08.2004 n. 226.

Le domande di partecipazione al Concorso Regione Campania vanno inviate entro l’8 agosto 2019 esclusivamente online compilando il modulo tramite il sistema “Step-One 2019”, all’indirizzo internet https://www.ripam.cloud/. È possibile candidarsi a più profili (se in possesso dei requisiti richiesti). Si fa presente che il sistema di iscrizione rilascia la regolare ricevuta all’indirizzo di posta elettronica ordinaria.

Il corso-concorso si svolgerà attraverso le seguenti fasi:

  • prova preselettiva comune ai profili professionali (consultabile nel bando)

  • prova selettiva scritta, distinta per i profili professionali (consultabile nel bando)

  • fase di formazione e rafforzamento (consultabile nel bando)

  • prova orale (consultabile nel bando)

  • valutazione dei titoli (consultabile nel bando)

admin

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: